11.02.2019

L'organizzazione di ricerca medica espande il progetto blockchain per lo scambio di dati

L'organizzazione senza scopo di lucro Pistoia Alliance, che comprende rappresentanti di rinomate aziende farmaceutiche come Pfizer, Novartiz e GSK, è stata creata nel 2007 per aiutare a integrare le nuove tecnologie al fine di aumentare l'efficienza delle aziende che operano nella ricerca e nello sviluppo. Secondo il comunicato stampa della società, il nuovo progetto si concentrerà sull'utilizzo della tecnologia blockchain per verificare le fonti durante l'identificazione dei dati, nonché per garantire l'integrità dei dati e migliorare lo scambio di informazioni tra le organizzazioni.

In precedenza, gli sforzi dell'azienda erano focalizzati sull'introduzione di nuove tecnologie nell'industria medica. Secondo l'Alleanza di Pistoia, una recente indagine ha dimostrato che l'accesso a personale qualificato e la comprensione della tecnologia sono i principali ostacoli all'introduzione della blockchain. Secondo lo stesso sondaggio, un quinto degli intervistati non crede che la blockchain abbia più vantaggi dei database standard.

"La maggior parte del settore è ancora nella fase di" discussione "delle possibilità blockchain. Vogliamo andare oltre e intraprendere azioni che supporteranno i partecipanti all'associazione e portarli a risultati tangibili a beneficio della R & S, oltre ad accelerare l'introduzione di innovazioni e la scoperta di nuovi metodi di trattamento ", ha dichiarato il presidente della società Steve Arlington.

La tecnologia del registro distribuito viene introdotta in tutto il settore sanitario per rendere i dati medici più accessibili e sicuri. Il colosso farmaceutico Merck ha ricevuto un brevetto per un sistema di blockchain per l'autenticazione dei farmaci all'inizio di questo mese e a gennaio è diventato noto che in Europa 10.000 farmacie sarebbero collegate al sistema di blockchain Embleema, che permetterà ai clienti di scaricare direttamente i loro dati medici da farmacie e centri sanitari .

Inoltre, lo scorso autunno sono apparse informazioni che un ospedale di Taiwan sta lanciando una piattaforma di blockchain per conservare le cartelle cliniche e nell'estate del 2018 il Mount Sinai New York Hospital ha annunciato l'apertura di un laboratorio di blockchain per studiare le possibilità di utilizzare la tecnologia nel settore sanitario. A giugno, il progetto di blockchain internazionale Green and Nature Association Technologies si è unito alla corsa tecnologica per creare l'intelligenza artificiale (AI) per il settore medico.